Guida di Londra

Il Chelsea Physic Garden

Written by michelapetris

Il Chelsea Physic Garden è uno dei più antichi giardini botanici d’Europa, situato vicino a Battersea Park. Fu fondato nel 1673 dalla Society of Apothecaries per coltivare piante da utilizzare come medicine, e rimase a lungo segretamente custodito. In seguito, nel 1983, fu aperto per la prima volta al pubblico. Nonostante ciò, il giardino è ancora oggi ignoto alla maggior parte dei turisti e dei londinesi, ed è per questo un autentico angolo verde isolato dal caos della città. 

Un frammento di paradiso

Nel Chelsea Physic Garden il silenzio è interrotto solo dal ronzio delle api, che hanno trovato in questo luogo un vero e proprio paradiso. Dopotutto, non si può certo dar loro torto. Questo prezioso giardino ospita infatti circa 5000 specie tra piante e fiori, suddivisi secondo aree tematiche, come dimostrano le zone riservate alle piante medicinali, farmaceutiche, commestibili e utili. 

Un alto muro circonda questo splendido giardino dalla geometria triangolare. Il principale ingresso è a Swan Walk ed è delimitato da un cancello di ferro battuto, oltre al quale è presente una piccola capanna in legno, dove è possibile comprare il biglietto d’entrata (il costo è di £10,50, e il biglietto è acquistabile dal sito ufficiale).

Una volta entrati, si apre un delizioso scenario, in cui regnano pace e bellezza. Davanti a questo splendore, ciò che di meglio si può fare è lasciare che i nostri passi ci guidino lungo gli stretti sentieri in ghiaia, le panche di legno, le serre, le incredibili collezioni di piante medicinali, di erbe officinali, di arbusti velenosi. Sta tutto in questo, nel piacere di lasciarsi trasportare da profumi e colori, dal fruscio delle foglie e dal brusio degli insetti, mentre si osservano piante e fiori di eccezionale rarità e bellezza

E così, passeggiando, ci si può imbattere per caso in alberi di ginkgo-biloba e di pompelmo (tra quelli che crescono all’aperto, questo è il più a Nord del mondo), in eucalipti e in gelsi, in melograni e in rose del Bengala, e persino nell’ulivo da frutto più grande della Gran Bretagna.

Le aree del Chelsea Physic Garden

Il mondo in una serra

Le serre del Chelsea Physic Garden sfruttano una tecnologia avanzata che permette di ricreare le condizioni climatiche ottimali di ogni area geografica. L’area è suddivisa in cinque ambienti, che permettono la coltivazione di piante provenienti da tutto il mondo.

Nel clima del Tropical Corridor germogliano piante esotiche come caffè, papaya e pepe nero, insieme a colture alimentari di base come il riso. Nella zona calda e secca sono invece conservate piante provenienti dall’area atlantica, che i volontari cercano di salvare dal rischio di estinzione. Tra queste, ci sono alcune varietà di Argyranthemum, Lavanda e Fiori di Loto, ma soprattutto rare specie di Echium pininana e Echium wildpretii, originari del vulcano Teide, a Tenerife.

Un’intera area è poi riservata al pelargonio, di cui il giardino vanta una collezione nata più di trecento anni fa, composta da piante che provengono dall’Africa meridionale, dall’Australia e dalla Turchia. Una collezione altrettanto importante è quella delle felci, provenienti dalla Nuova Zelanda, dalla Cina, dal Giappone, dall’Europa e dalle Americhe, che crescono in una serra fresca, umida e ombreggiata.

Un’ultima serra contiene cactus, piante grasse, piante carnivore e una serie di piante dell’emisfero australe. Queste piante costituiscono anche una importante risorsa per la medicina, grazie ai loro molteplici usi farmaceutici. Per esempio l’olio di jojoba, conosciuto per le sue importanti proprietà, è derivato dalla pianta del deserto Simmondsia chinensis.

Il giardino roccioso più antico d’Europa

Il Pond Rockery è il giardino roccioso più antico d’Europa, e grazie al suo esclusivo microclima può ospitare piante sia mediterranee che alpine. L’area dello stagno accoglie una grande varietà di piante acquatiche. L’isola centrale, invece, ospita esempi del genere carnivoro Sarracenia, che può godere delle condizioni umide, paludose e acide ottimali fornite dalla vicinanza dello stagno.

Il giardino delle piante commestibili e utili

Il giardino delle piante edibili  è composto da orti che mettono in mostra una variegata collezione di frutta, verdura ed erbe. Le piante centrali sono ordinate in base al loro contenuto vitaminico, mentre le altre sezioni ospitano erbe o spezie insolite, insieme a una collezione di piante utilizzate per produrre oli alimentari e alcool. Il giardino delle piante utili, invece, ospita un mix eclettico di piante per tutti gli usi, dagli alloggi ai coloranti, ai tessuti e molto altro.

Il giardino delle piante officinali

Quest’area costituisce il nucleo originario del giardino, nato per coltivare tutte le piante medicinali che i giovani farmacisti dovevano imparare a identificare. Per lo stesso motivo, l’area è tuttora visitata da studenti di medicina che desiderano conoscere le caratteristiche delle erbe officinali e farmaceutiche.


About the author

michelapetris

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: