Guida di Londra

Una giornata alle Cotswolds

Written by michelapetris

Incastonata tra le città di Bath, Oxford e Bristol, l’area collinare delle Cotswolds, raggiungibile in giornata da Londra, è una delle più pittoresche dell’intero Regno Unito. Essa era già molto conosciuta in epoca medievale, perché qui si produceva una delle lane più pregiate d’Europa. Oggi è famosa per le morbide colline, i pascoli, i fiumi dagli argini sinuosi e soprattutto per i borghi da cartolina che la costellano. Ecco alcune idee sui villaggi da visitare se avete intenzione di passare un’incantevole giornata qui, fuori dal caos della città.

1. Castle Combe

Castle Combe è l’emblema del tipico borgo inglese, ed è stato più volte definito come “il più bel villaggio dell’Inghilterra”. Questo è dovuto principalmente alle sue case dalla pietra color miele, tipica di questa zona, che rendono fatata e incantevole l’atmosfera di questo paese.

Il nucleo attorno a cui si è sviluppato il borgo, in epoca medievale, è Market Cross, e l’economia del paese si basava allora sul commercio della lana. Ancora oggi è possibile vedere i tipici cottages dei tessitori, dove veniva prodotto il tessuto locale di colore bianco e rosso. Di particolare interesse è anche la Chiesa di Sant’Andrea, risalente al XIII secolo, che ospita uno dei più antichi orologi tuttora funzionanti dell’intera Inghilterra.

Grazie alla sua bellezza, il borgo è stato la location cinematografica di film come The Wolfman, Stardust e War Horse, oltre che per l’originale film del Dottor Dolittle, girato nel 1967.

2. Bibury

Bibury, con le sue spettacolari abitazioni in pietra che si estendono lungo le rive del fiume Coln, è un altro tra i villaggi più belli e visitati delle Cotswolds. Qui è presente uno dei siti più iconici e fotografati dell’Inghilterra, Arlington Row. Questa serie di edifici, nati nel XIV secolo come deposito e negozio di lana monastica, divenne nel XVII secolo un complesso di cottages per tessitori. 

Il Coln, che attraversa Bibury, bagna anche la campagna circostante rendendo paludosi i prati vicini. Conosciuta come Rack Isle, quest’area limitrofa ospitava un tempo gli scaffali in cui la lana, portata da Arlington Row, veniva messa a stendere in modo che potesse completare l’asciugatura.

Visualizza questo post su Instagram

Tag a friend that needs honey coloured cottages in their life (and piles of scones with pots of tea!) 🥰 When I lived in America, one of the most beautiful moments was flying back over the patchwork fields and villages of England. There really is no place like home. Love these shots by @monalogue . Bibury, once described by William Morris as ‘the most beautiful village in the Cotswolds’, and recognised by many as the backdrop for television programmes and films including Bridget Jones’ Diary. Linked together like a daisy chain, these cottage were used as a monastic wool store, then later during the 17th century were converted into weaver’s cottages. Beneath the sloping tiled roofs, squeezed above green painted front doors, squared glass window panes look out onto a water meadow. Bliss. . A beautiful, warm evening here in England! Getting a bit hot tomorrow though 🥵 Great shots by @monalogue 🇬🇧 Want your Photos of Britain to be featured? Follow and tag us in your best shots… 'ta very much!

Un post condiviso da Photos Of Britain 🇬🇧 (@photosofbritain) in data:

3. Bourton-on-the-water

Questo villaggio ha un fascino unico per visitatori e residenti, grazie alle caratteristiche case di pietra e agli scenari idilliaci: tuttavia, è il reticolo fiumi e di ponti ad arco a rendere questo borgo davvero speciale.

Soprannominato proprio per questo “la Venezia delle Cotswolds“, il villaggio offre una varietà di attrazioni e negozi, ristoranti e sale da tè. Se avete intenzione di passare una giornata alle Cotswolds, Bourton-on-the-water rappresenta il luogo ideale per rilassarsi, circondati dalla bellezza del fiume Windrush.

4. Painswick

Adagiata tra le colline di Cotswolds c’è anche la storica città della lana di Painswick. Passeggiando tra le sue stradine da fiaba si possono ammirare gli splendidi edifici del paese, tra cui spiccano la Beacon House, con la sua magnifica facciata georgiana, e il Falcon Hotel.

La via principale del paese è New Street, la cui nascita risale al 1428, quando il commercio di lana e stoffa era fiorente. Un altro punto di riferimento è la chiesa di Santa Maria, di fondazione normanna, che fu ampliata nel 1480 seguendo lo stile gotico perpendicolare. Questo villaggio offre ai suoi visitatori una vasta gamma di piccoli negozi e gallerie da visitare, con pub, ristoranti e negozi di tè che servono buon cibo.

5. The Slaughters

A poco più di un kilometro e mezzo da Bourton-on-the-Water si trovano i villaggi gemelli di Upper e Lower Slaughter. Situati tra le rive del fiume Eye, noto anche come Slaughter Brook, i due villaggi sono rimasti completamente inalterati dal 1906, anno in cui si sono svolti per l’ultima volta i lavori di costruzione.

Questi due villaggi sono meno turistici di Bourton-on-the-Water, ma offrono comunque qualche attrazione, come il mulino di Lower Slaughter, dove il fiume Eye incontra l’angolo nord-ovest del villaggio. Questo mulino, che presenta una ruota idraulica tuttora funzionante, dispone di una sala da tè e gelateria per i visitatori.

A Lower Slaughter è presente anche la chiesa di St. Mary, la cui struttura originaria risale al XIII secolo. L’Upper Slaughter, invece, è dominato dalla chiesa di San Pietro, una storica chiesa normanna con parti risalenti al XII secolo.

Le idee per un tour

Cliccate nel banner qui sotto per avere informazioni sul tour delle Cotswolds organizzato da Visit Britain.


About the author

michelapetris

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: