Guida di Londra

Un percorso alternativo nella City

Written by michelapetris

Oggi vi proponiamo un percorso alternativo per visitare l’area della City, il vero e proprio cuore di Londra. Partiremo dal Barbican Conservatory, che racchiude una magnifica serra segreta, e arriveremo al molo di St. Katharine Docks, luogo ideale per un aperitivo. Quattro kilometri densi di luoghi insoliti e poco conosciuti da visitare, che siamo sicuri vi lasceranno senza fiato.

MAPPA DELL’ITINERARIO ALLA SCOPERTA DELLA CITY DI LONDRA

Il nostro percorso inizia nell’area di Barbican, raggiungibile dall’omonima fermata della metropolitana, in cui passano Circle, Metropolitan e Hammersmith Line. A cinque minuti dalla stazione della metropolitana si trova il primo punto di interesse del nostro itinerario, il Barbican Conservatory.

A) Barbican Conservatory

Il Barbican Conservatory è la seconda serra più grande di Londra dopo il Princess of Wales di Kew Gardens. In origine, i primi arbusti furono posizionati con l’idea di nascondere una parte dell’edificio, per migliorarlo esteticamente. Ora la collezione ospita oltre duemila specie di piante, che formano una sorta di foresta pluviale nel cuore della città. All’interno di queste pareti di vetro si possono trovare piante di qualsiasi tipo, dagli esotici banani ai desertici cactus, ma non solo: nei vari laghetti nuotano coloratissime carpe koi e tartarughe acquatiche, mentre le api vivono in alveari protetti. Una vera oasi, con tanto di bar, assolutamente da visitare.

Indirizzo: Silk St, London EC2Y 8DS

Costo: l’ingresso è gratuito

Orario: generalmente è aperto dal lunedì al sabato, dalle 12:00 alle 22:00. A volte è aperto anche la domenica, dalle 12:00 alle 17:00.

Visualizza questo post su Instagram

#Repost @_artimbarc ・・・ Looking for something to do this bank holiday weekend? Why not explore the Barbican with our free #Brutalism guide of London? Just follow the link in our bio! 📲 🎧 . 📷: Barbican Conservatory. The Barbican Conservatory in the Barbican Centre is the second largest Tropical conservatory in London. It’s a magical indoor rainforest, home to terrapins, carp, birds and approximately 2,000 tropical plants. The Barbican Centre is part of the Barbican Estate, a prominent example of British #brutalist architecture. #barbican #barbicanconservatory #ARTimbarc #brutalism #brutalistplants #archidetails #archidesign #ig_architecture #ig_brutalism #plants #tropical #tropicalhideaway #concretelove #london

Un post condiviso da [ ʙʀᴜᴛᴀʟɪsᴛ ᴘʟᴀɴᴛs ] (@brutalistplants) in data:

Ripercorrete ora in senso opposto Beech Street, la stessa strada che vi ha portati a Barbican Conservatory. Proseguendo oltre la fermata della metropolitana arriverete alla seconda tappa del nostro itinerario: la Chiesa del Priorato di San Bartolomeo il Grande.

B) Chiesa di San Bartolomeo il Grande

St. Bartholomew The Great è una delle chiese più antiche e maestose di Londra. Fu fondata da Rahere, un cortigiano che decise di abbandonare la vita mondana per andare in pellegrinaggio a Roma. Una volta giunto in Italia, però, si ammalò. In fin di vita giurò che, se fosse sopravvissuto, avrebbe istituito un ospedale per i poveri a Londra. Rahere effettivamente guarì, e gli apparve in sogno San Bartolomeo che gli consigliò il luogo esatto in cui fondare la chiesa. St. Bartholomew The Great è tuttora un punto di riferimento per i fedeli della città ma, grazie alla sua storia e alla sua spettacolare architettura, attrae anche coloro che non hanno particolari credenze religiose.

Indirizzo: Cloth Fair, Barbican, London EC1A 7JQ

Costo: Intero 5£ Ridotto 4.50£

Orario:

Lunedì – venerdì

Dal 14 febbraio al 10 novembre: 8:30 – 17:00

Dall’11 novembre al 13 febbraio: 8:30 – 16:00

Sabato: 10.30 – 16.00

Domenica: 08.30 – 20.00

A circa 300 metri dalla chiesa di San Bartolomeo il Grande, percorrendo la Little Britain Street, si trova la terza tappa del nostro percorso nella City. Essa è situata accanto al Museum of London, e si tratta del Postman’s Park.

C) Postman’s Park

Il Postman’s Park è un graziosissimo giardino pubblico che si trova poco più a Nord della St. Paul’s Cathedral, ma non solo. Questo piccolo e curato parco, pieno di fiori e panchine su cui potersi riposare, è noto soprattutto per il suo Memorial to Heroic Self-Sacrifice, un memoriale per le persone comuni che sono morte salvando la vita degli altri e che potrebbero altrimenti essere dimenticate. Fu creato nel 1887 dall’artista George Frederic Watts, e ad oggi contiene 54 placche commemorative. L’ultima è stata apposta nel 2009, a ricordo di Leigh Pitt, morto per salvare un ragazzo che stava annegando nel Canale a Thamesmead.

Indirizzo: King Edward St, London EC1A 7BT

Dopo una breve ma commovente sosta a Postman’s Park, è tempo di proseguire con il nostro itinerario. Vi aspetta una camminata di circa 20 minuti nella zona di Bank, il fulcro finanziario della capitale inglese. La meta? Lo spettacolare Leadenhall Market.

D) Leadenhall Market

Leadenhall Market è un moderno centro commerciale situato all’interno di uno spettacolare contesto vittoriano. Si trova in quello che una volta era il centro della Londra romana, e l’originale mercato, specializzato nel settore della carne, risale al XIV secolo. Dopo il grande incendio di Londra del 1666 fu ricostruito, e divenne il mercato coperto che ancora oggi si può vedere. La particolare struttura del tetto ornato, con le sue sfumature di verde, marrone e beige risale tuttavia al 1881. Oggi il Leadenhall Market, che è stato peraltro il set di film come Harry Potter e Hintrafter, ospita una grande varietà di bar, pub, ristoranti ed eleganti enoteche.

Indirizzo: Gracechurch St, London EC3V 1LT

Ad appena 300 metri da Leadenhall Market, proseguendo su Fenchurch Street, ci si imbatte nel fantastico Garden at 120, un giardino pensile da cui poter ammirare gratuitamente lo skyline della città!

E) The Garden at 120

Non serve salire nel grattacielo più alto di Londra per ammirare lo splendido panorama della città. A dimostrarlo è The Garden at 120, un roof garden che offre una vista di 360 gradi sulla capitale inglese in modo totalmente gratuito. Questo giardino pensile è sospeso a “soli” 15 piani da terra, quindi non è particolarmente alto, e per questo in alcuni punti il panorama della città è nascosto da alcuni grattacieli molto più slanciati del One Fen Court, il palazzo che ospita The Garden at 120. Questo, tuttavia, non sminuisce l’eccezionale valore del suo giardino pensile che, con i suoi 2800 metri quadri di estensione, è un vero gioiello sospeso nel cielo di Londra.

Indirizzo: 120 Fenchurch St, London EC3M 5BA

Visualizza questo post su Instagram

Ok so it wasn’t as sunny up at #thegardenat120 today but it was still spectacular! . It only opened to the public yesterday so visit while it’s still delightfully quiet 😍 Open tomorrow from 10am just hop in a lift at 120 Fenchurch Street (no need to prebook!) . For more pictures of the fab 360-degree views tap @look_uplondon for the direct blog link! . Are you planning a visit?! #lookuplondon . . . . . #thingstodoinlondon #london #thisislondon #timeoutlondon #lovelondon #visitlondon #cityoflondon #londonguide #londonviewpoints #explorelondon #discoverlondon #mysecretlondon #weekending #chasing_rooftops #londonrooftops #fencourt #londonist #mydarlinglondon #prettycitylondon

Un post condiviso da Look Up London Walks & Tours (@look_uplondon) in data:

Dopo aver ammirato lo spettacolare panorama dal The Garden at 120, il nostro percorso nella City prosegue su Mincing Lane. Anche in questo caso il prossimo punto di interesse è davvero vicino, quindi è molto comodo da raggiungere. Sorge vicino al Monument, il monumento dedicato al grande incendio di Londra, e si tratta di un parco con le rovine di una chiesa sconsacrata: il Saint Dunstan in the East Church Garden!

F) Saint Dunstan In The East Church Garden

Le rovine di St. Dunstan in the East, nel cuore di Londra, costituiscono un luogo dall’indiscusso fascino decadente. La chiesa, dedicata a St Dunstan, ha avuto una storia tutt’altro che semplice. Danneggiata dal grande incendio di Londra e parzialmente ricostruita, fu poi quasi interamente rasa al suolo durante la Seconda Guerra Mondiale da una bomba tedesca. Oggi le rovine di St. Dunstan sono state inglobate in un parco pubblico, che ha permesso di riqualificare l’area. Con i suoi arbusti che crescono attraverso le finestre e l’edera che si arrampica sulle pareti, St. Dunstan in the East è un luogo che sa essere allo stesso tempo misterioso e attraente.

Indirizzo: St Dunstan’s Hill, London EC3R 5DD

Il luogo migliore per concludere questa giornata all’insegna della scoperta della City è il molo di Saint Katharine Docks: esso si trova nei pressi della Tower of London, appena dopo il Tower Bridge, ed è l’ultima gemma nascosta del nostro itinerario.

G) Saint Katharine Docks

Saint Katharine Docks è uno stupendo porticciolo appartato ed esclusivo della capitale, che ospita battelli di ogni nazionalità. Questo grazioso molo è stato aperto nel 1828, ed era una volta uno dei porti più trafficati del Regno Unito, in cui arrivavano prodotti di lusso come rum, spezie, vini e tè. Oggi le sue vie collegano uffici, bar, ristoranti e negozi, che lo rendono un luogo ideale per una rilassante sosta enogastronomica.

Indirizzo: 50 St Katharine’s Way, St Katharine’s & Wapping, London E1W 1LA

Tempo di percorrenza: 50 minuti, più il tempo necessario per visitare i singoli punti di interesse.

Kilometri totali: 4.


About the author

michelapetris

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: